Percorriamo la Bretella Boston! Considerazioni e Video


Si è svolta ieri, lunedì 28 maggio 2012, alla presenza di molti politici e molti cittadini l’inaugurazione e la successiva apertura della nuova Bretella Boston SR 47 DIR.

Dalle ore 14.00 di ieri  pomeriggio è infatti possibile percorrere i 4 Km che collegano Immagine Bretella BostonPadova ai Colli bypassando Brusegana, Tencarola e San Domenico. In attesa dell’installazione da parte di Veneto Strade dei delimitatori di altezza (atte ad impedire l’accesso ai mezzi pesanti le uscite di Via Sartorio e Via Sant’ Antonio rimarranno chiuse.

Molta è stata la soddisfazione di tutti perchè è stata inaugurata un’ opera attesa da 10 anni che probabilmente senza le battaglie del Comitato Vogliamo la Boston sarebbe ancora in alto mare.

La nostra raccomandazione è quella di percorrere la Bretella con molta prudenza (leggi qui le istruzioni per l’uso) in quanto dalle prime segnalazioni dei quotidiani locali e dei frequentatori del web emergono  anche molte considerazioni negative. Proviamo qui di seguito ad elencare quelle che abbiamo raccolto:

Considerazioni Positive

  1. Collegamento da Padova ai Colli bypassando brusegana, tencarola e San Domenico. Quindi arrivare a Selvazzano risulta molto più comodo e veloce. In circa 10 minuti si riesce ad arrivare alla rotonda di Via Schiavo e tornare indietro.
  2. Il traffico transitante per Brusegana, Tencarola e San Domenico in buona parte (si parla di un 30%) diminuito.

Considerazioni Negative

  1. Manca la corsia di emergenza, quindi molto pericolosa in caso di guasti ai mezzi o in caso di incidente tralaltro già verificatosi (per fortuna senza nessuna conseguenza) subito nella giornata di apertura circa alle 17.30.
  2. Manca il guard rail centrale.
  3. Le immissioni in Curva Boston sono un po’ “incasinate” e “problematiche”.
  4. La segnaletica direzionale è visibile solo all’ultimo.
  5. La presenza dell’attraversamento della pista ciclabile all’altezza dello svincolo di Via Schiavo.
  6. Prime code formatasi in uscita dalla rotonda di Via Schiavo proseguendo in Via Euganea (direzione Tencarola) per la presenza di un semaforo (che speriamo possa essere tolto al più presto e sostituito con una rotatoria).

 GUARDA IL VIDEO E PERCORRI LA BRETELLA BOSTON

Avete già percorso la Nuova Bretella Boston? Lasciateci nei Commenti le vostre prime considerazioni!!!

11 pensieri su “Percorriamo la Bretella Boston! Considerazioni e Video

  1. nel traffico mi pare assolutamente pericolosa.già ieri 1 incidente mi pare e lunghe code per un mini tamponamento..mi pare la solita cosa all’italiana : obsoleta e a dir poco insicura

  2. Ecco le prime recensioni all’esordio nella nuova Bretella: presenza di TIR SPARTITRAFFICO al primo svincolo (ci avrei visto meglio una fioriera) e imbarazzante presenza di cartelli dir. ROVIGO (che il padovano al volante tenta di scansare, con manovre tanto repentine quanto pericolose). Il sospetto che alla progettazione ci fosse una scimmia ubriaca cresce quando ci si accorge dell’assenza di corsie d’emergenza. Se non altro adesso, tra le preesistenti uscite 5 e 7 c’è la n.6. I conti tornano, speriamo invece che il CONTO non sia troppo salato.

  3. Da qualche giorno è aperta la bretella verso Selvazzano, la si aspettava da tanto tempo ed è un lavoro molto importante.
    Ieri mattina, dovendo andare a Selvazzano, non vedevo l’ora di provarla.
    Abito a Voltabarozzo e quindi mi sono immesso nella tangenziale Sud all’altezza di Via Bembo, proseguendo quindi verso Curva Boston
    Già all’altezza dello svincolo per strada Battaglia c’era coda; ho pensato ci fosse qualche incidente perchè altrimenti non si spiegherebbe,
    visto che sono le 9 del mattino ed è una splendida giornata, per cui di solito il traffico è più contenuto.
    A passo d’uomo ci ho messo 20 min per arrivare in curva Boston e 200 metri prima ho capito che non c’era alcun incidente ma quella era
    una situazione strutturale legata alla nuova bretella!
    Infatti cosa succede: il 90% delle auto alla curva Boston procede alla dx verso nord, il 10% si incanala sulla corsia di sx per svoltare sulla
    nuova bretella. Resta il fatto che il 90% delle auto mentre prima aveva a disposizione 2 corsie adesso deve precipitosamente incanalarsi
    sulla sola corsia di dx, creando delle code infinite. Inoltre ci sono continui scambi di carreggiata fra quelli che devono andare diritti e quelli
    che svoltano per la bretella, con grande facilità di incidenti.
    Per favore fatemi conoscere chi ha ideato questa cosa! Voglio conoscere chi non è riuscito ad immaginare che incanalando la maggior parte
    del traffico in un’unica corsia rispetto alle 2 precedenti, si creano code paurose.
    Provate ad immaginare cosa succederà il primo giorno di pioggia, credo che le auto non riusciranno neanche più ad uscire dal casello di Padova Sud.
    Ma non finisce qui: la bretella, dove sono infine arrivato, è troppo stretta e non ammette nessuna possibilità di sorpasso. Avevo un camion davanti
    a 50 Km all’ora e me lo sono portato fino all’uscita di Selvazzano.
    Altra chicca è lo svincolo in via S. Antonio a Tencarola: all’uscita è stata costruita una rotatoria gigantesca ma si finisce in una stradina di campagna
    che di solito si fa in bici per evitare il traffico di Via Battisti. Una volta aperto quello svincolo farà molto comodo a chi è diretto ad Abano, ma si ha
    qualche idea di cosa succederà in quella stradina, sin qui poco battuta? Il traffico decuplicherà ma resterà una stradina e non lo potrà sopportare.
    Di nuovo, dopo tanti anni impiegati per far partire quest’opera, per favore fatemi conoscere chi ha progettato i relativi flussi di traffico.
    Tante grazie. Saluti

    • Sono di Voltabarozzo anch’io e per mia disgrazia la faccio 4 volte al giorno per andare a Tencarola…..prima impiegavo 20/30 minuti al mattino, ora siamo sui 40/50. L’assurdo è che al ritorno ci metto 15 minuti. Fate voi….

  4. Mi associo al commento di Claudio Guadagnin ed aggiungo una considerazione. Prima della costruzione della “nuova” curva Boston c’erano code infinite dovute al restringimento da due ad una corsia. Con l’apertura del nuovo passante esterno il problema era stato risolto. Ora io mi domando: possibile che chi ha progettato lo svincolo non ne abbia tenuto conto? Come hanno potuto pensare che ripristinando il restringimento il problema non si sarebbe ripresentato? Chi è, o chi sono, gli ottusi responsabili di tutto ciò? Dov’erano i mega consiglieri, amministratori e presidenti strapagati degli enti coinvolti ed i responsabili della pubblica amministrazione quando il progetto dell’opera è stato approvato? Propongo, per la gioia delle migliaia di poveracci che ogni giorno devono e dovranno sprecare un bel po’ del loro tempo incolonnati, che i nomi di questi signori con foto, indirizzi e numeri di telefono siano messi bene in mostra lungo tutti i km di coda fino allo svincolo.
    Gigi

  5. Ho notato questa mattina un ‘auto ferma in direzione selvazzano all’altezza dello svincolo di curva boston, che aveva sul tetto dell’auto una macchina fotografica con tanto di mini tripode, probabilmente per immortalare tutte le auto che all’improvviso dalla corsia di sinistra si buttano a destra per scendere lungo lo svincolo boston. Probabili multe ????? Oltre al tempo che si perde in coda avremo anche la beffa della multa, per colpa di progettisti compagni di banco del ” trota”…… Non ho parole ….spero si risolva velocemente questo NODO non snodo!!!!!

  6. Stamattina alle 08.10 circa qui a Tencarola si è formata, per la prima volta, da quando è stata aperta la bretella un po’ di coda che arrivava dal Brico fino al ponte di Tencarola. Sarà già finito l’ entusiasmo o si sarà trattato di un caso?

  7. Volete un parere? un disastro!!
    Il restringimento da 2 a 1 corsia e la progettazione sbagliata dello svincolo provocano lunghe code per chi arriva da Padova Sud.
    La gente quindi, per evitare la colonna, svolta verso corso argentina diciamo, rendendo ancor più critico questo tratto, che già non era messo meglio, creando anche qui code infinite. Voglio stringere la mano al genio che ha progettato quello svincolo, è riuscito a peggiorare una situazione che già faceva pena di suo. Un applauso a tutti quelli che hanno dato anima e corpo per rendere un servizio peggiore al cittadino, grazie a loro passerò ancora più tempo in colonna, se già non bastava prima.

  8. Sono d’accordo con tutti gli arrabbiati. Non ci sono abbastanza insulti nel vocabolario per definire questi criminali che hanno prima progettato e poi realizzato una tale mostruosità. Vorrei aggiungere un’osservazione sulla cartellistica. Continuano a fare strade e a segnalare località improbabili. Nella tangenziale est c’è il mitico cartello presso l’uscita 17 che segna Pechino-Lisbona-Trapani con relativo chilometraggio e non Venezia e Milano che si possono prendere a quell’uscita. Qui hanno appena finito di sistemare le due direzioni Selazzano e Trento lasciando smarrita la gente che deve andare solo a Padova. Roba da “Striscia la Notizia”. Non si smentiscono mai e l’idiozia continua! Oltre alla pericolosità ci si mette anche la volontà di far perdere la strada agli utenti, anche quelli che la conoscono. Figurarsi i forestieri che tra studenti, pellegrini, malati, famigliari, emigranti e conoscenti sono probabilmente più dei padovani. Sarebbe da ridere se non fosse tragico. Come finirà?
    Michela e Gaetano Vallone

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...